Contatti

Puoi scriverci a modumodulecce@libero.it

Ti aspettiamo!

4 commenti:

  1. Salve, oggi in spiaggia mi sono lasciata convincere ad acquistare un libro da un venditore senegalese. Nel kucchio ne ho scovato uno in fondo scritto da un senegalese e sua moglie. Poichè mi interesso di letteratura cosiddetta di migrazione, ovvero di scrittori bilingui e biculturali che scrivono in italiano, mi sono incuriosita. Si trattava del vostro libro Il venditore di libri, l'ho letto di un fiato, immersa nei tre giri di tè alla menta, percorso simbolico attraverso cui il libro conduce il lettore verso un cammino autobiografico, ma non solo. L'elemento autobiografico si mescola con tanti interrogativi e alcune risposte cui siamo tutti confrontati, come il significato del concetto di integrazione. Complimenti, un libro da raccomandare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io giovanna letto tutto di un fiato..e se riesci a metterti in contatto con la scrittrice fammi sapere!
      grazie

      Elimina
  2. Ciao, ero a Firenze in gita scolastica ed avevo accompagnato alcune regazze dell'altra classe all'Hard Rock Cafe, una volta usciti ci si avvicina una ragazzo senegalese, convinte che fosse un venditore ambulante, le mie compagne cercarono di sfuggire, siccome lui chiedeva di dagli il cinque, io mi fermai per darglielo, tuttavia, prima che potessi fare qualunque cosa, disse qualcosa che mi sorprese molto: "voi siete andati all'Hard Rock Cafe, inglese o americano, lo sapete che questi paesi rubano i soldi a noi africani, altrimenti ricchissimi?"
    Subito mi affrettai a digli che anch'io la pensavo come lui e che le avevo solo accompagnate, mi mostrò la cartina dell'Africa e mi chiese di indicargli il suo paese, gli si illuminarono gli occhi quando mostrai di sapere perfettamente la sua collocazione.
    Dopo una bellissima conversazioni tirai fuori quei venti euro che avevo tanto gelosamente risparmiato e lui mi consegnò tre libri (il mio preferito è "Negritudine").
    Gli chiesi se conosceva Thomas Sankara e lui mi rispose che era un eroe, esattamente come Mu'ammar Gheddafi.
    Questa volta si illuminarono a me gli occhi, al sentire il nome di questo autentico martire.
    Continute con il vostro lavoro, fatevi conoscere e aiutate l'Africa a liberarsi dei neo-colonialisti.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno, avrei bisogno di contattarvi ma la mail indicata è inattiva. Come posso contattarvi?

    RispondiElimina